Da oltre un anno tentano di sopprimere la prima Freccia delle cinque del mattino che da Salerno porta a Roma. Un collegamento indispensabile per quei lavoratori che già fanno una vita molto sacrificata. Da oltre un anno mi batto con interrogazioni al Ministero dei Trasporti, che hanno sempre tamponato, ma ora i pendolari che salgono a Salerno scoprono che da febbraio è stato nuovamente cancellato dal sito il collegamento che gli consente di essere in orario in ufficio a Roma“.

Lo dichiara il senatore di Fratelli d’Italia, Antonio Iannone, Commissario regionale del partito in Campania.

Presenterò una nuova interrogazione perché è inaccettabile che il Governo butti milioni di euro per il bonus monopattini e non metta quattro spiccioli per tutelare le esigenze di chi lavora – afferma Iannone -. Ricordo che dopo la mia interrogazione di novembre una deputata ed un consigliere regionale dei 5 Stelle si affannarono a dire che avevano salvato loro la Freccia Roma-Salerno delle 5 del mattino. Ora non parlano? Cosa dicono? Bisogna smetterla una volta per tutte di torturare i pendolari salernitani, che ogni tre mesi si vedono cancellare il treno“.

– Chiara Di Miele –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*