Il Codacons ha presentato una denuncia contro l’azienda farmaceutica Pfizer per il taglio alla produzione dei vaccini anti-Covid che porterà ad una riduzione del 30% delle dosi di vaccino, nonostante gli accordi presi dall’Italia con la società.

“Chiediamo alle Procure di tutta Italia – annuncia Codacons – di aprire indagini sulla decisione unilaterale di Pfizer di ridurre le consegne di vaccini, alla luce delle possibili fattispecie penali di inadempimento di pubbliche forniture, truffa, concorso in epidemia colposa e frode in commercio“.

“Il comportamento dell’azienda – spiega l’associazione – sembra infatti violare il contratto siglato con lo Stato Italiano e gli accordi commerciali avviati attraverso una riduzione unilaterale e ingiustificata di forniture essenziali per il nostro Paese che potrebbe configurare veri e propri reati”.

Il Codacons sta inoltre predisponendo sul proprio sito un modulo attraverso il quale tutti i cittadini ultra 70enni potranno chiedere i danni alla Pfizer per la riduzione delle dosi di vaccino consegnate nelle prossime settimane all’Italia e chiedere al Governo di procurare dosi di vaccino presso altre aziende o ricorrendo agli istituti farmaceutici militari per la loro produzione.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*