Il Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, in collaborazione con il Comune di Castellabate, ieri pomeriggio ha aperto al pubblico i cancelli dell’incantevole e ristrutturata Villa Matarazzo a Santa Maria di Castellabate alla presenza del Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Maria Elena Boschi, e del Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Per l’occasione sono stati presentati al numeroso pubblico presente il Centro di Promozione Riserve Marine e del Paesaggio Mediterraneo, il parco attrezzato della Villa, il giardino d’ornamento, il roseto con oltre 210 specie diverse e la sala cinema 3D in cui ammirare le immagini dei fondali marini delle acque prospicienti il Parco.

Tante le autorità presenti al taglio del nastro, tra cui il Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Istruzione Vito De Filippo, il Prefetto e il Questore di Salerno, il Colonnello Antonino Neosi, Comandante Provinciale dei Carabinieri di Salerno, il Capitano Mennato Malgieri, Comandante della Compagnia Carabinieri di Vallo della Lucania, l’assessore regionale al Turismo Corrado Matera (nel 2008 da vicepresidente del Parco firmò per la programmazione del progetto), numerosi parlamentari, consiglieri regionali e provinciali e diversi sindaci e amministratori del territorio di competenza del Parco. Ai saluti del sindaco di Castellabate Costabile Spinelli, del Presidente dell’Ente Parco Tommaso Pellegrino, del Presidente della Comunità del Parco Salvatore Iannuzzi e di Vincenzo Inverso, che ha letto la lettera di saluto del Ministro dell’Ambiente Galletti, hanno fatto seguito gli interventi del governatore De Luca e del Sottosegretario Boschi.

Abbiamo tra le mani un territorio benedetto da Dio, – ha affermato De Luca – dobbiamo trasformare questa bellezza in economia, in lavoro, crescendo, perchè non siamo ancora all’altezza di un progetto turistico moderno. Ma la Regione sarà vicina con tutti gli investimenti necessari, a cominciare dal Parco, per avere una normativa moderna sulla sua gestione“.








Colpita dalle meraviglie del Cilento il Sottosegretario Boschi le ha definite “una bellezza che ti fa quasi male agli occhi per quanta se ne vede intorno“. “Non basta tutelare questi luoghi – ha dichiarato – ma bisogna essere capaci di farli fruttare, di farli vivere perchè siano una risorsa anche economica. Ed ecco la sfida e la scommessa che il Governo negli ultimi tre anni ha portato avanti con la Regione Campania, realizzando sinergie importanti per valorizzare in modo manageriale alcune ricchezze che questo territorio esprime e creare occasioni di lavoro“.

Una giornata storica” per il Presidente Pellegrino, soddisfatto del lavoro presentato con orgoglio. “In questo luogo c’è una grande sfida, – ha dichiarato – mettere in vetrina tutto il patrimonio del territorio sulla base del principio dell’autosostenibilità. Da soli dobbiamo essere capaci di valorizzare le nostre risorse affinchè il bello diventi anche utile“.

– Chiara Di Miele –


  

  


 

 

 

Un commento

  1. Bravissimi i Sindaci e vice Sindaci del Vallo di Diano presenti, insieme a qualche imprenditore di impresa di trasporto su gomma. Certamente hanno ringraziato il Presidente De Luca per far continuare ad arrivare migliaia di turisti a Polla e Padula con ITALOBUS, mentre per i “poveri” Cilentani i turisti arriveranno nei fine settimana fino al 15 Settembre con il Frecciarossa, pagato 750.000 euro dalla Regione Campania. Che il Frecciarossa 1000 Taranto-Milano, A/R, transiti, OGNI GIORNO, da Sicignano ma NON vi fermi, è un dettaglio che NON li riguarda. Grazie MILLE, senza Frecciarossa, dal Vallo di Diano e dagli Alburni, tanto il Parco Nazionale è ACCESSIBILE SOLO per il Cilento.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*