Pane buttato nel torrente “Buco” a San Marco di Teggiano.

E’ questo il triste ritrovamento fatto da un cittadino che ha documentato l’accaduto con alcune fotografie.

Panini e filoncini ancora imbustati sono stati abbandonati nell’area verde. Sconosciuti gli autori dell’episodio: potrebbe, infatti, trattarsi di un semplice caso isolato che, tuttavia, ha creato sdegno per il valore sacro che da sempre contraddistingue questo alimento.

Pane trasformato in rifiuto senza alcun rispetto per chi, in questo delicato periodo di emergenza, vive condizioni di disagio e povertà.

Non è la prima volta che vengono segnalati gli abbandoni di derrate alimentari. Un gesto senz’altro poco nobile nei confronti di chi fa fatica a consumare un pasto a causa delle tante difficoltà economiche e che dovrebbe aiutare a riflettere sulla necessità di arginare lo spreco alimentare.

– Claudia Monaco –

2 Commenti

  1. Sono sicuro, nessuno di queste bestie è andato nel mese di luglio, alle ore 14,00, a spiculare spighe di grano negli anni 60-70.

    • annamaria calicchio says:

      Nessun valore per il cibo quotidiano, nè come si guadagna. Sarà stato qualche ignorante viziato e figlio di papà che vive sulle spalle altrui e con i soldi altrui. La parola ignorante non copre la sua vigliaccheria, ma solo il suo essere un ….pezzo di merda … un pò stagionata, che è quella che dovrebbe mangiarsi al posto del pane buttato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*