La Guardia Costiera, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro 2016” iniziata lo scorso 18 giugno ed in corso fino a settembre lungo le coste italiane per garantire controlli e assistenza ai cittadini, ha messo in campo anche nell’intero Circondario Marittimo di Palinuro, che va da Pisciotta a Sapri, un’azione incisiva di controlli in mare e sul demanio marittimo.

Nel Cilento, sul litorale di Palinuro, gli uomini della Guardia Costiera hanno operato in località Mare Morto in uno stabilimento turistico con un fronte mare superiore ai 100 metri per una superficie di oltre 2.000 metri quadri, con lettini, sdraio e ombrelloni già posizionati e pronti a ricevere i turisti.

Le indagini hanno consentito di scoprire che un concessionario, già titolare di una struttura balneare, occupava arbitrariamente con attrezzature mobili un’ulteriore area demaniale riservata alla libera fruizione.

La Guardia Costiera di Palinuro ha restituito ai cittadini la spiaggia libera,  ponendo sotto sequestro circa 70 tra ombrelloni, sdraio e lettini e denunciando all’Autorità Giudiziaria l’autore dell’abuso, che ora rischia l’arresto fino a sei mesi.  I controlli in mare e sul demanio marittimo proseguiranno in linea con le direttive emanate dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di portoGuardia Costiera e la presenza sarà ancora più forte nei prossimi giorni.

– Filomena Chiappardo – 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*