padulaTutela ambientale e sviluppo della raccolta differenziata. Questi i princìpi alla base dell’ordinanza del Comune di Padula che prevede a partire da domani l’obbligo di conferire i rifiuti urbani esclusivamente nei termini e con le modalità previste dal sistema di raccolta differenziata “porta a porta“, operativo già da tempo all’interno del comune, in base al calendario già distribuito a tutte le famiglie presenti sul territorio comunale, pubblicato sul sito dell’Ente e affisso nei luoghi preposti tramite manifesti pubblici.

E’ vietato all’interno dell’intero territorio comunale di abbandonare e depositare rifiuti di qualsiasi genere sul suolo e nel suolo, nei pressi e fuori del centro raccolta in località Fusara, nelle acque superficiali e sotterranee e comunque in luoghi diversi da quelli stabiliti per la raccolta dei rifiuti urbani e al di fuori degli appositi contenitori interni allo stesso centro di raccolta.

Il divieto di abbandono è esteso a tutte le imprese, Enti e attività che depositano, scaricano e abbandonano rifiuti e materiali che costituiscono rifiuti in siti non idonei.

Il mancato o il non conforme conferimento dei rifiuti ai servizi di raccolta porta a porta differenziata attiva sul territorio comunale comporterà l’applicazione di una sanzione amministrativa che potrà variare da 25 euro a 500 euro.

Per chi abbandona o deposita i rifiuti oppure li immette nelle acque superficiali o sotterranee si applicherà la sanzione da 300 euro a 3mila euro.

Inoltre, chiunque sporchi o imbratti le strade pubbliche si vedrà applicare la sanzione minima di 500 euro. Chiunque vìoli i divieti inseriti nell’ordinanza sindacale è tenuto a rimuovere, recuperare o smaltire e ripristinare la situazione precedente all’imbrattamento.

Chi non ottempera all’ordinanza del sindaco può essere punito con l’arresto fino a un anno.

– Maria De Paola –

Un commento

  1. La gente che abbandona rifiuti commette un crimine, quindi va punita con il carcere, altrimenti no si raggiungono mai gli obbiettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano