In un contesto socio-culturale piuttosto sterile, l’Istituto Omnicomprensivo di Padula propone progetti importanti nel processo di crescita e di aggregazione degli studenti.

Si è concluso il Progetto “Matrioska” per gli alunni della Scuola secondaria di primo grado “Antonio Sanseviero”, che ha avuto lo scopo di coinvolgere nelle ore pomeridiane tutti gli alunni dei due segmenti scolastici impegnandoli in attività didattiche e creative attraverso l’uso di strumenti informatici, di testi, nella creazione di manufatti con le quasi dismesse tecniche artigianali.

L’intento primario è stato proprio quello di favorire non solo un accrescimento culturale nei confronti delle varie tematiche che sono state sviluppate (intercultura, discriminazione, convivenza, informatizzazione  e corretto uso degli strumenti telematici), ma anche quello di favorire la conoscenza e l’acquisizione di tecniche artigianali e artistiche, come la tecnica di lavoro con l’uncinetto, con i ferri, con le navette per il chiacchierino, il dipinto su stoffa, la creazione di oggetti col legno, con la stoffa, il riciclo di vari materiali.










Hanno preso parte all’evento di chiusura la dirigente scolastica Liliana Ferzola, la responsabile del plesso Maria Antonietta Prisco e i docenti dell’Istituto Omnicomprensivo che hanno seguito con passione lo svolgimento del progetto, il sindaco di Padula Paolo Imparato, il vicesindaco Michela Cimino, l’assessore alla Cultura Filomena Chiappardo.

Grande soddisfazione è stata espressa dai genitori degli alunni, presenti numerosi all’evento, che hanno seguito con interesse le spiegazioni dei ragazzi ai lavori preparati negli scorsi mesi.

– Paola Federico –

progetto matrioska padula 1

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*