Negli ultimi tempi abbiamo ascoltato varie posizioni e diverse proposte che riguardano la struttura ospedaliera di Sant’Arsenio. Proposte ed ipotesi che, ovviamente, vanno valutate e riscontrate in base alla realtà dei fatti”.

A dichiararlo è il Sindaco di Sant’Arsenio, Donato Pica, in un aggiornamento fornito attraverso un video su Facebook.

“Rispetto tutte le opinioni, anzi apprezzo lo sforzo – continua – però oggi la politica è troppo incline alle mode, alle tendenze. Nel caso di specie, trattandosi di servizi essenziali garantiti dalla legge, occorrerebbe un minimo di prudenza. Bisogna cercare di passare dalle parole ai fatti ed è difficile mettere insieme gli interlocutori che decidono. Nei giorni precedenti all’emergenza Coronavirus, il direttore dell’Asl Salerno Iervolino ha approvato il progetto complessivo dell’ospedale di Sant’Arsenio. Si tratta di una serie di lavori che dovranno essere consegnati entro il 31 dicembre 2021 e che sono finanziati con fondi del bilancio della Regione Campania e dello Stato per circa 5 milioni di euro. Questo è il dato oggettivo”.

“Nel frattempo – continua – sono in via di completamento i primi interventi al secondo piano della struttura dove nascerà il servizio di diagnosi cura e ricovero per le patologie gravi in tema di alcolismo e gioco d’azzardo. Questo centro specializzato sarà il primo in Campania. Saranno consegnati a giorni, invece, i lavori di adeguamento e messa in sicurezza della struttura. Finanziato, infine, il progetto per la realizzazione dell’ospedale di comunità ed è in fase avanzata. A conclusione di questo percorso avremo una Struttura Territoriale della Salute, molto probabilmente la prima in Campania“.

“A percorso ultimato Sant’Arsenio assume quindi la connotazione di presidio specializzato in materia di Medicina Preventiva e territoriale – spiega Pica – Verrà rafforzato l’hospice, ci saranno servizi psichiatrici, un consultorio materno-infantile. Saranno adeguatamente rafforzati i servizi, la Radiologia ed i Laboratori di Analisi”. 

“Si è riusciti a mettere questo in campo – conclude  Il resto sono chiacchiere, contrapposizioni politiche che lasciano il tempo che trovano. Noi siamo fiduciosi e ringraziamo la Regione Campania e l’Asl Salerno per l’attenzione alla struttura di Sant’Arsenio che riacquista la sua dignità”.

– Claudia Monaco –

 

2 Commenti

  1. Tenente Kojak says:

    La cosa più bella delle persone è quella di quando vivono di illusioni e sperano nella realizzazione delle cose.Continuate a sognare.

    • Sindaco dove sei stato per oltre 10 anni, in quarantena preventiva? Da anni hanno spostato e chiuso i reparti di S. Arsenio! Facci un favore: Taci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*