Sarà allestita nella giornata di oggi, all’interno del cimitero di Sant’Angelo le Fratte, la camera ardente per Said Haireche, l’operaio marocchino ma residente nel paese del potentino morto venerdì mattina in un cantiere sull’A3 “Salerno-Reggio Calabria” a Mormanno (CS).  Said è rimasto schiacciato sotto una trave metallica durante la fase di montaggio.

Come si legge su Il Quotidiano della Basilicata, Michele Laurino, sindaco di Sant’Angelo le Fratte, su richiesta anche dei suoi concittadini ha deciso di dare così l’estremo saluto all’operaio 44enne la cui salma sarà trasportata dal cimitero di Mormanno a quello di Sant’Angelo.

Per Said a Mormanno è stato già celebrato un rito musulmano.

L’operaio era benvoluto dalla comunità di Sant’Angelo, in cui si era perfettamente integrato.

– redazione –


  • Articolo correlato

28/08/2015 – Operaio di Sant’Angelo le Fratte muore schiacciato da una trave in un cantiere sull’A3


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.