Si è tenuta questa mattina, presso il Tribunale di Lagonegro, l’udienza preliminare nei confronti di Karol Lapenta, il 18enne accusato dell’omicidio del coetaneo Antonio Alexander Pascuzzo a Buonabitacolo.

Il Giudice per l’Udienze Preliminari, Mariano Sorrentino, ha accolto la richiesta della difesa di Lapenta, rappresentato dall’avvocato Michele Di Iesu, di effettuare una nuova perizia psichiatrica e in conseguenza il rito abbreviato.

Presenti in aula, tra gli altri, il giovane Lapenta ed il papà di Antonio Pascuzzo, rappresentato dall’avvocato Maria Pia Spinelli. Tra i due non ci sono stati nè sguardi nè parole.

L’accusa a carico di Lapenta è omicidio volontario con occultamento di cadavere, pluriaggravato dai futili motivi e dalla crudeltà.

La sera del 6 aprile 2018 Lapenta e Pascuzzo si danno appuntamento presso la piscina di Buonabitacolo per una compravendita di droga. Pascuzzo, dopo aver cacciato la droga, viene accoltellato da Lapenta, apprendista macellaio del posto. Il corpo del giovane Antonio verrà ritrovato una settimana dopo nei pressi del torrente Peglio. Sarà stesso Lapenta a confessare il tragico fatto ai Carabinieri.

La prossima udienza si terrà il 24 aprile, presso il Tribunale di Lagonegro, per il conferimento dell’incarico al perito.

– Claudia Monaco –


  • Articoli correlati

12/3/2019 – Omicidio Pascuzzo a Buonabitacolo. Chiuse indagini a carico di Lapenta, il 21 marzo udienza preliminare

30/1/2019 – Omicidio Pascuzzo, arriva la perizia psichiatrica: “Karol Lapenta capace di intendere e di volere”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*