Sarebbe stata uccisa per gelosia Francesca Galatro, la 66enne originaria di Buonabitacolo trovata senza vita lunedì nel Centro di accoglienza per senza fissa dimora di Vallo della Lucania. Per la donna sarebbe stata fatale una coltellata al petto.

Dopo il ritrovamento sono partite in maniera serrata le indagini da parte dei Carabinieri della Compagnia di Vallo della Lucania, diretti dal Capitano Annarita D’Ambrosio, coordinate dalla Procura della Repubblica vallese. Gli indizi raccolti hanno condotto da subito ad un uomo vicino alla donna che è stato fermato e che avrebbe fatto delle parziali ammissioni di responsabilità in presenza del suo avvocato.

L’uomo sarebbe dunque stato spinto dalla gelosia nei riguardi di Francesca, laureata in Ingegneria, che aveva cambiato nome e sesso alcuni anni fa. Per diverso tempo aveva insegnato e poi accudito un’anziana. Di recente, però, aveva chiesto di essere ospitata al centro accoglienza dopo alcuni problemi.

Lunedì Francesca è stata trovata da un’assistente sociale con un coltello conficcato nel petto. Probabilmente l’omicidio potrebbe essersi consumato anche la sera precedente all’interno del Centro. L’uomo potrebbe essere stato il compagno della vittima o una frequentazione comunque abituale. Venerdì 21 agosto verrà effettuata l’autopsia sulla salma che attualmente si trova a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Il presunto assassino, un 60enne cilentano, è stato condotto in stato di fermo presso il Carcere di Vallo della Lucania.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

18/8/2020 – Trovata morta con una coltellata a Vallo della Lucania. La vittima è originaria di Buonabitacolo

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano