5 thoughts on “Morte anziana all’Hospice di Sant’Arsenio. Il sindaco di Santa Marina replica a Donato Pica

  1. Secondo un mio punto di vista x atto umanitario la signora defunta dovrebbe riposare nella sua terra e che i due sindaci si vengano incontro x le eventuali spese senza mettere in mezzo gli atti dovuti o altri cavilli.
    R.I.R. signora Vincenza

  2. Però se la signora era ospite nella struttura di Torraca, credo che nessun parente intascasse la sua pensione che, invece, serviva per pagare la stessa struttura.

  3. Però se la signora era ospite nella struttura di Torraca, credo che nessun parente intascasse la sua pensione che, invece, serviva per pagare la stessa struttura.

  4. dite a quel parente della povera Vincenza, addetto alla sua cura prendendosi totalmente la pensione, che … fa schifo. Si presenti al nosocomio di Sant’Arsenio e faccia il suo dovere, oppure dia i soldi di questa pensione al comune santarsenese. Così la povera Vincenza avrà ….. realmente e di certo degna sepoltura. Caro parente … mi fai schifo, meriti di fare anche tu la stessa fine: solo/a abbandonato/a anche dopo la morte. Senza nessuno che ti seppellisce. A questo punto capisco che ,anche se la buttano in un dirupo, a te non te frega più di tanto; tanto è morta ormai, vero? VERGOGNATI

  5. La signora in questione morta a Sant’Arsenio è una sua cittadina, il sindaco di un paese è responsabile di tutti i suoi cittadini, sia per ciò che comanda la legge, sia per il rispetto umano.
    Egregio sindaco di Santa Marina raccolga con sentimento le spoglie mortali di questa sua sfortunata signora.
    Per favore almeno davanti alla morte non parliamo di atti dovuti.

Comments are closed.