Questa mattina è giunto a Caggiano S.E.R. Monsignor Andrea Bellandi, Arcivescovo della Arcidiocesi Salerno – Campagna – Acerno che ha celebrato la Messa del Corpus Domini.

Non potevo non essere qui in una delle prime celebrazioni dopo la riapertura – dichiara Monsignor Bellandi -. Lo dovevo a don Alessandro, al volontario Rosario, alla cittadinanza che ha duramente sofferto, all’Amministrazione comunale, ai volontari della Protezione Civile, alle Forze dell’Ordine e a tutte le persone che, pur rischiando il contagio, hanno dato un aiuto essenziale per sostenere la comunità. In questo giorno di festa portiamo tutta la voglia di ricominciare a costruire la nostra vita e quella della comunità al nostro Signore“.

Tante le persone che si sono raccolte in Piazza Lago a Caggiano per stringersi intorno a Monsignor Bellandi. Il sindaco Modesto Lamattina ha ringraziato l’Arcivescovo Bellandi per la sua visita e soprattutto per la vicinanza in questo periodo particolare che il comune di Caggiano ha dovuto affrontare.

Il 15 marzo ci siamo ritrovati zona rossa e abbiamo dovuto combattere contro questo nemico invisibile. Sono stati giorni bui, tristi, dolorosi, ma la perdita di don Alessandro è stato un monito per tutti sulla pericolosità del virus – dichiara Lamattina -. Abbiamo lottato con tutte le nostre forze e a distanza di 3 mesi possiamo affermare che la battaglia è vinta ma la guerra è lunga. C’è tanta voglia di ripartire e maggiore consapevolezza di quanto le relazioni, la condivisione di gesti, parole e preghiere siano essenziali per ognuno di noi“.

Il Sindaco, infine, ha chiesto giustizia contro gli attacchi rivolti a don Alessandro Brignone dopo la sua morte.

I giocatori della A.S.D. Calcio Caggiano hanno omaggiato Monsignor Bellandi con una maglietta della squadra locale.

– Rosanna Raimondo –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*