L’Arpa Campania ha presentato i risultati delle attività di controllo per la balneazione relativi al mese di maggio, in cui si rileva un miglioramento rispetto al mese precedente. Ad oggi, dall’inizio delle attività di controllo in mare, sono 814 i campioni prelevati nel 2021 nelle 328 acque di balneazione della Campania dai tecnici Arpac dei Dipartimenti costieri con l’ausilio della flotta nautica di proprietà dell’Agenzia, gestita e coordinata dalla UO Mare. Le attività svolte finora hanno evidenziato circa il 3% di prelievi non conformi ai valori limite di legge, per lo più registrati nel mese di aprile.

In totale sono stati eseguiti tutti i campionamenti mensili previsti con un totale di 434 campioni prelevati lungo tutto il litorale campano. L’andamento generale dei controlli in mare per il mese di maggio è stato migliore rispetto a quello riscontrato ad aprile. A seguito della rimozione delle cause che hanno determinato ad inizio stagione il divieto di balneazione in alcuni tratti di mare e con gli esiti favorevoli dei prelievi supplementari di maggio sono state riammesse all’uso balneare le acque di Sapri (Lungomare di Sapri), Praiano (Praiano), Massa Lubrense (Marina di Crapolla), Ercolano (La Favorita). Resta confermata solo l’interdizione a Maiori (Maiori 2) oltre ai tratti di mare dichiarati di qualità scarsa nell’ultima classificazione regionale.

Sono state verificate inoltre due criticità, la prima nell’acqua di balneazione “Testene” ad Agropoli per valori difformi degli enterococchi intestinali in un punto in prossimità della foce del fiume fissato proprio per tenere sotto controllo la sua influenza e la seconda nell’acqua “Foce di Patria” a Castel Volturno (Caserta) nel punto alla foce del lago. Per questi ultimi sono in corso indagini ulteriori di verifica.

A Montecorice, località Agnone, su segnalazione di acqua torbida con particelle in sospensione di colore marrone e sospetti di sversamenti anomali di materiali organici reflui, sono state ripetute le analisi microbiologiche che hanno dato esito favorevole e sono stati effettuati ulteriori controlli il 26 maggio anche allo sbocco del sistema di depurazione del Comune.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*