Il Prefetto di Salerno Russo ha presieduto questa mattina, in videoconferenza, una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, convocato allo scopo di rimodulare il sistema dei controlli sul territorio per assicurare il rispetto delle misure anti-Covid al fine di responsabilizzare i cittadini all’adozione di comportamenti rispettosi dell’obbligo di indossare i dispositivi di protezione individuale (mascherine, mantenere il distanziamento sociale ed evitare assembramenti).

Il Prefetto, alla presenza del sindaco di Salerno, dei vertici delle Forze di Polizia e del Comandante della Polizia Municipale di Salerno, ha ricordato la particolare attenzione che il legislatore nazionale e il Presidente della Regione Campania hanno rivolto al tema, allo scopo di evitare che condotte irresponsabili aumentino il rischio di contagi, resi possibili laddove non si rispettino le regole della vita sociale nei tradizionali luoghi di aggregazione. E, difatti, la stessa Regione ha disposto, in modo più restrittivo rispetto alle disposizioni nazionali, la chiusura alle ore 23 dei locali (bar, baretti, vinerie).

L’intensificazione dei servizi di vigilanza delle Forze di Polizia statali e della Polizia Municipale nei “punti sensibili” del Capoluogo, come il lungomare e il centro storico che attraggono salernitani e cittadini provenienti anche da altre province, sono state le misure disposte nel corso del Comitato.

Il prossimo weekend, pur confidando nella responsabile condotta finora dimostrata dalla cittadinanza, al fine di evitare possibili assembramenti e fare in modo che la socialità si svolga nel rispetto delle regole a tutela della salute, anche pattuglie a piedi presidieranno i luoghi di maggiore aggregazione con il supporto del contingente dell’Esercito Italiano già impiegato in queste settimane nell’ambito del dispositivo di controllo del territorio e ulteriormente incrementato, a partire da oggi, di altre 18 unità.

Ora più che mai, con la  progressiva ripresa delle attività produttive commerciali e con il graduale allentamento delle misure, occorre profondere il massimo impegno per non vanificare gli sforzi compiuti sinora dalle Istituzioni, dalle Forze di Polizia e dall’intera cittadinanza della provincia di Salerno” ha sottolineato il Prefetto Russo.

Ha fortemente richiamato la necessità di mantenere alta l’attenzione in questa delicata fase della gestione emergenziale, in cui le regole della mobilità sono mutate e, di conseguenza, potrebbe aumentare il rischio di fenomeni di delittuosità comune e criminalità diffusa.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*