Il 20 settembre scorso in Regione è stato sottoscritto un accordo che prevedeva l’impegno del Comune di Santa Marina di condividere il percorso della condotta principale del metano con l’impresa esecutrice, autorizzando il passaggio con delibera di Giunta comunale, e la richiesta formale dell’accordo di programma ai singoli Comuni del Parco di rigetto del progetto di gasdotto sottomarino per evitarne la realizzazione. La Regione si era impegnata ad inserire il Comune di Santa Marina tra quelli cofinanziati nell’Accordo di Programma.

Considerato anche l’impegno assunto dal sindaco di Celle di Bulgheria, in qualità di Comune capofila dell’Accordo di Programma 2006, di far riconoscere con atto deliberativo a tutti i Comuni dell’Accordo e al Parco Nazionale che il loro territorio e quello di Santa Marina non dovranno essere interessati dalla posa di infrastrutture di trasporto del gas (metanodotti internazionali o nazionali) aventi una tipologia di impatto pari a quello prospettato dalla SNAM RETE GAS spa nell’ultimo decennio (SEA LINE), il Comune di Santa Marina ha approvato la proposta della variante al progetto definitivo del Sistema di Trasporto Intercomunale del gas metano dell’Accordo di Programma 2006, al fine di accrescere la sicurezza del territorio a salvaguardia della pubblica e privata incolumità.

Il nostro intento come Amministrazione comunale – spiega il sindaco Giovanni Fortunatonon è mai stato quello di bloccare il progresso e quindi la metanizzazione della nostra zona, ma semplicemente salvaguardare la pubblica incolumità dell’intero territorio e soprattutto dei cittadini. Considerato che la proposta di variante al tracciato originario del Sistema di Trasporto intercomunale del gas metano, condivisa con il Comune di Santa Marina, consente una sostanziale riduzione di tutti gli inconvenienti all’infrastruttura precedentemente proposta, che il tracciato della nuova linea non prevede più il passaggio dalla condotta dal centro abitato del paese e dalla S.S.18, riducendo anche i disagi alle attività turistiche e commerciali presenti lungo la strada, oltre che accrescere la sicurezza del territorio a salvaguardia della pubblica e privata incolumità e che a vantaggio del Comune di Santa Marina lo studio del nuovo tracciato in variante assicura la disponibilità di ben sei punti di riconsegna del gas metano per alimentare le reti di distribuzione per le diverse zone urbanizzate del territorio comunale, la Giunta all’unanimità ha deciso di rendere il provvedimento immediatamente esecutivo” .

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*