La Maturità 2020, che passerà alla storia come quella dei tempi del Coronavirus, comincia ufficialmente domani, mercoledì 17 giugno, alle ore 8.30 quando gli studenti entreranno a scuola 15 minuti prima indossando la mascherina e firmando un’autodichiarazione sullo stato di salute. Per far fronte all’emergenza sanitaria sono state eliminate le prove scritte ed è rimasto solo un orale più complesso in presenza.

Gli unici membri esterni della Commissione saranno i Presidenti.

L’esame sarà così articolato: un elaborato su un argomento delle materie di indirizzo invitato dagli studenti entro il 13 giugno; la discussione su un breve testo di letteratura italiana, la discussione interdisciplinare su un argomento assegnato dalla Commissione, l’esposizione dell’esperienza PCTO mediante presentazione multimediale o relazione e delle domande sulle attività di “Cittadinanza e Costituzione“.

Il colloquio si potrà valutare fino ad un massimo di 40 punti, mentre i restanti 60 punti derivano dai crediti del triennio. Si sosterrà in presenza e quindi la Commissione e il candidato dovranno indossare la mascherina e stare a 2 metri di distanza.

Lo studente può portare con sè massimo un accompagnatore ed entrambi dovranno firmare l’autodichiarazione sullo stato di salute.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*