Oggi i Carabinieri della Stazione di Torre Orsaia, guidati dal Luogotenente Domenico Nucera, e coordinati dalla Compagnia di Sapri diretta dal Capitano Matteo Calcagnile, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per un 48enne di Torre Orsaia.

Il provvedimento è il risultato di un complesso e delicato lavoro che ha portato in appena un mese all’emissione del provvedimento da parte del Tribunale di Vallo della Lucania. Soltanto lo scorso agosto, infatti, la moglie dell’uomo, dopo l’ennesimo episodio di violenza domestica, si era decisa a raccontare tutto ai Carabinieri.

Le indagini condotte tempestivamente dai militari di Torre Orsaia hanno permesso di appurare le condotte del marito che si concretizzavano in continue percosse, violenze fisiche, vessazioni psicologiche ed economiche come privazione di sostegno economico e minacce di morte. Questo clima di pressioni psicologiche aveva indotto la donna, per paura di ritorsioni, ad abbandonare il tetto coniugale.

Alla luce della gravità dei fatti e del pericolo concreto che i reati commessi dal 48enne potessero essere portati ad ulteriori e gravi conseguenze, l’Autorità Giudiziaria di Vallo della Lucania, condividendo pienamente le risultanze investigative prodotte dai Carabinieri, ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di maltrattamenti in famiglia, percosse e minacce.

L’uomo è stato arrestato e condotto nella casa circondariale di Vallo della Lucania, dove rimarrà in attesa di giudizio.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*