La macchina da gol dello Sporting Sala Consilina non conosce ostacoli ed anche nel derby con l’Alma Salerno si mette in mostra e alla fine affonda i cugini granata. Una gara perfetta per i ragazzi cari al patron Giuseppe Detta, che con una prima frazione da applausi schianta la resistenza dell’Alma.

A Tutilo e company sono bastati appena 108 secondi per sbloccare il risultato, il tempo necessario a Leo Brunelli per battere l’estremo Fuschino dopo una giocata di alto profilo tecnico. Poi ci ha pensato Ortega per il raddoppio e ancora Brunelli, che prima sigla il terzo sigillo e con un tiro libero firma il poker e la sua tripletta personale. Il tempo si chiude con la manita che trova la griffe del marchigiano Carducci. E sul 5-0 si chiude una prima frazione con l’Alma Salerno mai entrata in campo.

Forte del largo vantaggio, nella ripresa lo Sporting Sala Consilina si è limitato a controllare la gara senza forzare e questo ha favorito l’unica marcatura dei granata che con Yamada hanno evitato di tornare a casa con zero gol. Ma nel finale i padroni di casa hanno arrotondato il risultato andando a segno altre due volte, dapprima con Morgade e dopo con Carducci, per lui una doppietta per il definitivo 7-1.

Per la cronaca c’è stato anche l’esordio nei minuti finali del capitano e portiere Marco Pacifico.

Una vittoria che consente allo Sporting Sala Consilina di salire a quota 12 in classifica e guidare a punteggio pieno il girone F di serie B. Un successo che ha fatto dire al tecnico dell’Alma Salerno, Marcelo Magalhaes:”Abbiamo incontrato la squadra più forte di tutta la serie B”.

E sabato 21 novembre trasferta sul campo dell’Acerra sconfitta in questa giornata dal Potenza. Soddisfatto il patron Giuseppe Detta: “Stiamo proseguendo secondo i nostri programmi. Oggi ho visto grande determinazione e voglia di vincere e questo mi gratifica, ma il cammino è ancora lungo. Siamo solo all’inizio”.

– Redazione Sportiva –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*