La Regione Campania ha istituito dal 2017 l’Inventario del Patrimonio Culturale Immateriale CampanoIPIC“. Cataloga il patrimonio culturale immateriale e le pratiche tradizionali connesse alle tradizioni, alle conoscenze, alle pratiche, ai saper fare della comunità campana, così come definite dalla Convenzione UNESCO per la salvaguardia del patrimonio culturale immateriale del 17 ottobre 2003.

L’istituzione dell’Inventario è un’azione che cerca di salvaguardare e valorizzare il patrimonio culturale immateriale delle comunità della regione che altrimenti rischia di andare dimenticato. Dunque, attraverso l’inventario si cerca di preservare la vitalità del patrimonio culturale immateriale e sostenere le persone che partecipano attivamente alla sua valorizzazione e gestione, purché senza scopo di lucro.

Coloro che vogliono effettuare l’iscrizione di un elemento culturale immateriale nell’IPIC devono dimostrare, tra l’altro, la storicità dell’elemento culturale candidato, la cui pratica deve essere attestata almeno nei cinquant’anni precedenti la richiesta di iscrizione, la persistenza di valori sociali e significati culturali all’elemento culturale, la persistenza di momenti di trasmissione formale e informale, il coinvolgimento delle giovani generazioni, il rispetto della parità di genere nell’accesso all’elemento culturale e la partecipazione attiva della comunità di riferimento nella messa in atto di azioni di salvaguardia e valorizzazione dell’elemento culturale.

La presentazione delle candidature per l’iscrizione di elementi culturali immateriali campani all’IPIC per l’annualità 2021 è possibile fino al 31 gennaio 2022.

Le candidature vanno inviate esclusivamente tramite posta elettronica certificata all’indirizzo dedicato staff.501291_ipic@pec.regione.campania.it entro il termine del 31 gennaio 2022.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano