L’Ufficio taglio boschi della ex Comunità Montana Marmo Melandro ritorna nella sede di Perolla a Savoia di Lucania.

Lo ha deciso la Regione Basilicata con il provvedimento di annullamento di trasferimento dell’Ufficio e del personale di Potenza, a firma del dirigente generale Vito Marsico. I sindaci dei 15 Comuni del Marmo Platano Melandro nei giorni scorsi hanno inviato una richiesta di annullamento del trasferimento dell’ufficio a Potenza, indirizzando la missiva alla Regione che ha recepito gli eventuali disservizi segnalati dai primi cittadini.

Oltre all’ufficio, la Regione aveva disposto il trasferimento a Potenza anche dei quattro dipendenti da anni impegnati nella struttura di Perolla. Gli stessi, insieme alle attività dell’ufficio, resteranno nella struttura della ex Comunità Montana, fino a nuova disposizione.

Siamo molto soddisfatti dell’annullamento da parte degli uffici regionali. Inoltre – ha sottolineato il sindaco di Sant’Angelo Le Fratte Michele Laurinosiamo soddisfatti anche perché questo è il risultato della collaborazione e dell’ascolto tra le istituzioni. Da oggi non ci sarà bisogno di raggiungere Potenza per queste pratiche”.

La Regione ha quindi accolto la richiesta dei sindaci facendo sapere che si intende valutare la possibilità di coniugare le esigenze di riorganizzazione e razionalizzazione delle strutture e dei servizi con la necessità di garantire ai cittadini del Marmo Platano Melandro adeguati servizi correlati alle pratiche dei tagli boschivi.

– Claudio Buono –


  • Articolo correlato:

11/03/2019 – La Regione Basilicata chiude l’Ufficio taglio boschi a Savoia di Lucania. I sindaci si oppongono

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*