La Guerra tra Cielo e Terra” è il titolo del convegno che ha avuto luogo ieri sera nella Cappella della Madonna del Monte a Sala Consilina. La serata dedicata al culto micaelico è stata organizzata dal Gruppo di Volontari Civili e dal Comitato di Quartiere Madonna del Monte.

I saluti iniziali sono stati affidati ad Alfonso D’Arco del gruppo dei volontari e al consigliere con delega al Volontariato Civile Rosa Melillo. Sono intervenuti l’architetto Giovanni Arpea che ha analizzato il tema della guerra e la professoressa Elvira Pappafico che ha raccontato la storia dell’origine del culto e la nascita della grande devozione che il popolo salese ha per San Michele.

Presente anche il Comandante della Sottosezione di Polizia Stradale di Sala Consilina Nicola Molinari che ha parlato del legame che la Polizia ha con il suo protettore.

Il legame tra la Polizia e San Michele nasce 70 anni fa quando proprio il 29 settembre Papa Pio XII nominò il Santo Protettore dell’allora Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza – sottolinea – Forte è l’immagine iconica di San Michele che domina ma non uccide il drago e questo è un parallelismo con quello che è il nostro motto di dominare il male ma sempre nel rispetto della legge. E’ quotidiano l’affronto con il male”.

Questa zona è la nostra casa e non ha solo un valore religioso ma rappresenta il nostro vivere quotidiano – commenta Sebastiano Curci, rappresentante del Comitato di Quartiere – Vogliamo riprendere non solo da un punto di vista strutturale la chiesa ma siamo anche impegnati con le prime opere di riqualificazione urbana. Siamo la porta del centro storico e il nostro intento è quello di aprire questo luogo”.

Le conclusioni sono state affidate al parroco don Luciano Laperuta che ha ringraziato tutti i presenti mentre gli intermezzi musicali sono stati curati da Giuseppe Romano che ha eseguito vari brani con la sua arpa classica.

– Annamaria Lotierzo –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*