Non è bastata la risposta del sindaco di RuotiAnna Maria Scalise, alla famiglia Spadola, che dal 2014 vive in uno stato di difficoltà a causa dei problemi sul ponte “Avriola”, che isola la famiglia con l’esterno.

La famiglia aveva chiesto un intervento del Comune nei giorni scorsi, con alcuni fondi che erano stati stanziati dalla Regione, per circa 150mila euro. Non si era fatta attendere la risposta del sindaco Scalise, che aveva sottolineato come il Comune e gli uffici stiano lavorando senza sosta per risolvere il problema. Ma le rassicurazioni non sono bastate alla famiglia Spadola, già alla ribalta nazionale per l’interesse del programma “Le Iene”, che negli anni scorsi si è occupato della vicenda.

Siamo rammaricati, nonostante i fondi il problema non è risolto. L’amministrazione – sottolinea la famiglia – cambia repentinamente opinione sul da farsi: un giorno sostiene che il ponte sarà ripristinato per i pedoni, un altro giorno per il transito dei mezzi, poi abbattuto e ricostruito, poi una strada nuova. Insomma, non si ha una precisa idea su cosa fare, c’è confusione“.

La famiglia da anni sottolinea che ormai l’isolamento sta portando all’esasperazione e che in certe condizioni non si può vivere.

Con anziani e bambini – aggiunge la famiglia Spadola – diventa difficile anche portare la spesa a casa, un problema serio. Eppure ribadiamo come il Comune, di concerto con la Regione, a suo tempo abbia ritenuto congrua la somma stanziata per il ripristino del ponte al transito veicolare. Ormai siamo rimasti soli, tutti si lavano le mani. Se non avremo risposte, consegneremo le tessere elettorali e chiederemo di fare lo stesso ad amici e familiari“.

– Claudio Buono –


27/2/2019 – La famiglia Spadola isolata a Ruoti. Il sindaco:”Tecnici a lavoro per ripristinare il transito pedonale”

18/2/2019 – A Ruoti la famiglia Spadola isolata dal 2014.“Vogliamo una risposta, non si può andare avanti così”

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*