Sono 17, nel complesso, i salernitani eletti all’assemblea nazionale del PD, a seguito delle primarie che si sono tenute domenica scorsa.
Tra essi spicca la teggianese Maddalena Anna Chirico candidata al secondo posto, nel collegio Vallo di Diano e Cilento, nella lista a sostegno di Cuperlo, alla quale, a Teggiano, sono andate 357 preferenze sulle 493 totali. Risultato “viziato”, in gran parte, proprio dalla presenza di Maddalena Chirico.
A lei abbiamo posto delle domande in merito ai risultati ed all’attività politica

  • D. – Soddisfatta del risultato raggiunto?

R. –“Sono contenta del risultato della nostra mozione e, ovviamente, sono orgogliosa e felice per il consenso ottenuto a Teggiano e in tanti comuni del Vallo Di Diano”

  • D. – Proprio a tal riguardo, qual è il tuo giudizio sull’esito delle primarie a livello nazionale e sui risultati relativi a Teggiano ed al Vallo?

R. – “L’esito non lascia dubbi. L’elettorato di centro sinistra ha deciso di cambiare radicalmente linea politica e gruppo dirigente. Ora sta a Renzi la responsabilità di trasformare questo imponente consenso in un progetto di governo vincente. I dati del Vallo e di Teggiano sono stati condizionati dai candidati locali e dal personale politico che ha mobilitato maggiormente il sostegno verso la posizione di Cuperlo. In ogni caso, il problema di riorganizzare il partito e la sua linea politica resta importante e coinvolge tutti, a prescindere dalle mozioni di appartenenza”

  • D. – Per chi non lo sapesse, cosa vuol dire, praticamente, essere delegati all’assemblea nazionale del Partito?

R. – “L’assemblea nazionale è il parlamento del Partito democratico. I delegati rappresentano, allo stesso tempo, i territori di appartenenza e la linea politica delle mozioni congressuali che hanno sostenuto. In sintesi significa partecipare al massimo luogo di rappresentanza generale e di determinazione della linea politica del PD”

  • D. – Che cosa ti aspetti da questa esperienza?

R. – “Poter contribuire alla crescita politica del Partito democratico nel nostro territorio, lavorare per offrire spazi di partecipazione civile a tanti giovani che sono stati protagonisti di questa esperienza. Insomma, si tratta di migliorare me stessa e, contemporaneamente, portare un contributo al Pd del Vallo di Diano.”

  • D. – A 24 anni hai già ottenuto un risultato così importante. Ti senti già “stregata” dalla politica?

R. – “La politica è una delle grandi passioni della mia vita, da sempre. Ma non è un lavoro, per ora, la mia priorità è lo studio. Poi, ovviamente, in campo per tutto il resto.”

– Cono D’Elia – ondanews –

 

 

Commenti chiusi