Integrazione. Il Comune di Ceraso riconosce la cittadinanza onoraria a 13 figli di migranti

























Immagine di repertorio

Un’importante iniziativa ha riguardato questo pomeriggio il Comune di Ceraso, dove il sindaco Gennaro Maione, insieme all’Amministrazione comunale, ha deciso di riconoscere la cittadinanza onoraria a 13 ragazzi figli di migranti.

Un riconoscimento che è arrivato oggi durante il Consiglio comunale e che ha riguardato appunto 13 bambini, di cui la più piccola ha appena compiuto due settimane, ospiti con le loro famiglie del progetto “Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati”, diffuso su tutto il territorio nazionale. Un progetto che si sviluppa grazie al sostegno degli Enti locali e che va al di là della semplice accoglienza ma prevede dei veri e propri percorsi individuali per un inserimento socio-economico sul territorio.







Il sindaco di Ceraso per sottolineare l’importanza di una vera e propria integrazione ha deciso di riconoscere la cittadinanza onoraria a questi ragazzi.

Si tratta purtroppo solo di un riconoscimento simbolico – ha dichiarato Maione – che il Comune ha voluto dare a questi ragazzi. Lo scopo è quello di porre l’accento su un tema ormai diventato importantissimo che è quello dello ‘Ius Soli’ ma anche quello dell’integrazione che oggi più che mai è di grande attualità. Il nostro è un modo per dire no al Decreto Salvini“.

– Maria Emilia Cobucci –

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*