5 thoughts on “San Pietro al Tanagro: deceduto il pensionato rimasto ferito nell’incidente sulla SP Teggiano – Polla

  1. Basterebbe fare una strada intorno al paese fuori dal centro urbano che andrebbe direttamente verso polla con le varie uscite !!!!
    Ed il centro urbano diventerebbe una zona 30kmh VIVIBILE!!!
    sono di teggiano ma mi capita spesso restare ingarbugliato in quel tratto x auto parcheggiate a strafalcio!!

  2. Leggendo’articolo e vedendo le foto, ma sopratutto abito in quella strada maledetta ci sono diverse responsabilità sia da parte dell’amministrazione comunale che dagli organi di controllo che purtroppo sono sempre assenti o vedono tutt’altro, ma la responsabilità principale è degli abitanti della zona che non hanno buon senso e sopratutto alla guida dell’auto sono invincibili…

  3. Se tutti rispettassero il codice della strada forse ci fossero meno incidenti…. Invece giochiamo tutti ha fare Valentino rossi … E poi e uno schifo che in quel corso si parccheggi sulla strada…. e non solo li a S. Pietro la situazione e cosi…. Se solo chi di dovere facesse rispettare il codice della strada…. Visto che certa gente sembra che abbia comprato la patente dai Cinesi … Mah questa è L’Italia….dei magna magna e dei raccomandati……. E noi non ci possiamo fare nulla perché la minoranza non può fare la differenza…

  4. sig. sindaco, mi rivolgo direttamente a Lei perché è Lei il responsabile per la sicurezza dei suoi cittadini, mi permetto suggerirLe di usare il sistema che costa poco e induce il motorista ad andar piano così come fanno in Brasile, cioè costruire,nei luoghi pù pericolosi, degli ostacoli a distanza di 100 metri su tutto il perimetro urbano che vada da un ciglio all’altro della stradache abbia un metro di larghezza e 10 15 centimetri di altezza.

  5. dopo l’ennesimo incidente,meditiamo sulla ragione che impedisce di adottare, da parte delle amministrazioni ,misure repressive e strumenti dissuasori per regolamentare la velocità e il traffico in centro urbano, e su una strada urbana dove le pertinenze sono sopratutto del comune. Corso Umberto I° diventato invivibile per i suoi residenti, 200 m di strada maledetta attraversarla a piedi o percorrerla in auto è peggio di un percorso ad ostacoli.Spero qualcuno si faccia carico del problema ,le soluzioni ci sono e bisogna adoperarsi prioritariamente del caso.Caro sindaco ,la sicurezza dei cittadini rientra nelle competenze degli amministratori ! .

Comments are closed.