Dopo l’accensione delle installazioni natalizie, tipiche del periodo, un’altra novità ha riguardato nei giorni scorsi la Villa comunale di Sapri dove, infatti, è possibile ammirare una nuova scultura raffigurante un toro marino, che abbellisce l’intera area.

Un’opera realizzata dall’artista locale Antonio Polito su richiesta dell’Amministrazione Gentile e che si lega alla cittadina saprese con un doppio filo. La scultura oltre a rappresentare l’immagine del toro marino, presente all’interno dello stemma comunale, è stata anche realizzata in gran parte con la radice di legno del pino secolare che lo scorso 23 febbraio cadde all’interno della Villa comunale. Quella notte un terribile aeromoto colpì l’intero territorio provocando notevoli danni anche nella cittadina saprese. Tra le terribili immagini di quella giornata ancora è vivo il ricordo della caduta del pino che però, grazie ad un’intuizione del sindaco Antonio Gentile, sposata subito dall’intera Amministrazione, ritorna a vivere sotto una nuova veste.

La notte del 23 febbraio scorso fu terribile per tutta la città – ha dichiarato il sindaco Gentile –. Una delle immagini più dolorose forse fu proprio la caduta del pino nella Villa comunale ed è per questo che insieme all’Amministrazione abbiamo deciso di riportare, anche se sotto una nuova veste, quel pino all’interno della Villa“.

Il Sindaco, inoltre, a proposito di tutela del verde pubblico, ha salutato con entusiasmo l’entrata nel suo staff, a titolo gratuito, con funzione di consulente in tema di programmazione e gestione del verde pubblico l’amico e concittadino Biagio Scanniello. “È un onore per noi poter contare sulla bravura e la professionalità di Scanniello – dichiara Gentile – grazie al quale ci prenderemo sempre più cura delle nostre piante e del nostro ambiente“.

– Maria Emilia Cobucci –


  • Articolo correlato

23/2/2019 – Sapri: albero abbattuto dal vento cade su un’auto in sosta davanti alla Villa Comunale

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*