Ieri sera, in via Settimio Mobilio, i poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura di Salerno, costantemente impegnati nella lotta allo spaccio di droga che sempre più spesso coinvolge  giovanissimi, hanno arrestato il 39enne salernitano e pregiudicato A.A. ed il nipote 19enne S.F., incensurato, in flagranza di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Sono stati trovati in possesso di 160 grammi di cannabinoidi, 0,196 grammi di cocaina e di 140 euro, sicuro provento dell’attività illegale, mentre erano a bordo della loro auto.

La perquisizione domiciliare ha permesso di trovare un bilancino di precisione ed ulteriore materiale utile al confezionamento della droga che, insieme alla sostanza ed al denaro, sono stati sequestrati.

I due, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente, sono stati condotti temporaneamente presso le rispettive abitazioni in regime degli arresti domiciliari in attesa del giudizio per direttissima che verrà celebrato domani mattina al Tribunale di Salerno.

– Chiara Di Miele –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano