Il Vallo di Diano tra crisi e prospettive. A Sala Consilina un incontro con imprenditori e istituzioni





































Si è tenuto ieri pomeriggio, nell’Aula Magna delle Scuole Elementari di Sala Consilina, il convengo “Imprenditori e commercianti. Il Vallo di Diano fra crisi e prospettive”. Il dibattito, moderato dall’avvocato Angelo Paladino, presidente dell’Osservatorio Europeo del Paesaggio, ha visto gli interventi del sindaco Francesco Cavallone, di Cono De Paola, presidente del Raggruppamento Interesse territoriale aziende Vallo di Diano, di Massimo Burzo, presidente Lions Club Sala Consilina, di Aurelio Mango, commercialista, di Valentino Di Brizzi, presidente Associazione Imprenditori Vallo di Diano, di Michele Albanese, Direttore Generale della Banca Monte Pruno, e di Franco Picarone, presidente della Commissione Bilancio in Regione Campania.

Ho avvertito la necessità di organizzare questo dibattito – ha spiegato Paladino – per reagire a questa crisi che non è più solo economica e che rappresenta un vero e proprio stato depressivo. Dobbiamo dare delle risposte, instaurare forme di collaborazione, pensare insieme alle iniziative non più prorogabili che vanno attuate per fermare l’emorragia di servizi e lo spopolamento del nostro territorio”.










Massimo Burzo ha auspicato che la Regione insista sul progetto Garanzia Giovani che ha funzionato bene in passato. Ha poi espresso la sua perplessità sul reddito di cittadinanza come strumento per trovare lavoro che, ha spiegato, “passa attraverso una formazione mirata e di qualità“.

Secondo Aurelio Mango “una soluzione di lungo periodo è la scelta di un modello di sviluppo, in modo da dare al nostro territorio un’identità a cui tendano gli sforzi congiunti delle amministrazioni locali”.

Le parole di Michele Albanese sono state seguite con molto interesse. “Abbiamo tutti grandi responsabilità per i passi indietro che il Vallo di Diano ha fatto – ha affermato – tuttavia abbiamo ancora molta qualità nelle aziende radicate nel territorio e nei giovani che dobbiamo valorizzare. Il vero dramma è che tanti giovani non lo cercano più il lavoro, hanno perso completamente la speranza. Il nostro dovere di genitori, di imprenditori e di amministratori è di stargli vicino, di spronarli e creare tutte le condizioni affinché i nostri figli abbiano la voglia di mettersi in gioco e di ricominciare a sperare”.

Picarone ha infine concluso sottolineando la volontà della Regione Campania di rilanciare la Pubblica Amministrazione e sostenere i territori con un piano straordinario di assunzioni.

– Lorenzo Stavola –

 

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*