Con la Circolare n.9 del 3 marzo 2021 l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha definito il corretto trattamento iva per le importazioni dei beni necessari al contenimento e alla gestione dell’emergenza Covid-19.

Così come già previsto dal Decreto Rilancio, all’art. 124 comma 1, per l’acquisto di determinati beni ritenuti necessari per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid- 19 verrà applicata l’aliquota IVA del 5% al momento della cessione del bene.

Nella circolare l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli fornisce un quadro del trattamento ai fini IVA così come segue:

  • sono soggette all’aliquota IVA del 5% le importazioni dei beni elencati nell’Allegato 1 della suddetta circolare, effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2021
  • sono esenti dall’IVA le importazioni dei beni elencati nell’Allegato 2 ai quali è stato associato a decorrere dal 1° gennaio 2021 il Cadd Q103
  • ai beni compresi nell’Allegato 2.1 si applica l’esenzione dall’IVA per le operazioni di importazione effettuate a decorrere dal 1° gennaio 2021 fino al 31 dicembre 2022. Per quanto riguarda i beni elencati nell’Allegato 2.2, inseriti in TARIC a far data dal 1° gennaio 2021, l’esenzione dall’IVA si applica per le importazioni effettuate dal 20 dicembre 2020 fino al 31 dicembre 2022.

Per ulteriori delucidazioni si consiglia di prendere visione della Circolare e dei suoi allegati.

Per info: www.studioviglionelibretti.it – info@studioviglionelibretti.it

Telefono: 0975/399004  Cellulare: 338/8122100

Vai alla RUBRICA DEL CONSULENTE – a cura dello Studio Viglione Libretti –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*