Non corrisponde a verità quanto riportato da diversi organi di stampa, secondo i quali il TAR Campania avrebbe ‘dato ragione’ alla Regione, respingendo i ricorsi presentati contro l’ordinanza n.6/2021. Tali ricorsi, infatti, non sono ancora stati depositati”.

A darne notizia è il Coordinamento Scuole Aperte Campania dopo alcune notizie circolate in queste ore che vedrebbero una conferma, da parte dei giudici amministrativi, della sospensione della didattica in presenza ordinata dalla Regine.

“Il TAR oggi si è pronunciato esclusivamente sulle istanze di misure provvisorie ed urgenti anteriori alla causa ex art.61 c.p.a., presentate dal Codacons e da diversi gruppi di cittadini campani, in un momento in cui non vi è alcun vuoto normativo, essendo ancora in vigore il DPCM del 14 gennaio scorso – spiega il Coordinamento –Tale sospensione non pregiudica il ricorso, che non è ancora stato depositato e che sarà comunque proposto, nei termini, con misura cautelare”.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.