Immagini devastanti arrivano dal Golfo di Policastro a causa della terribile tempesta che dalla scorsa notte si è abbattuta sull’intero territorio, causando danni inestimabili. Strade franate, smottamenti di terreni, abitazioni e attività commerciali completamente allegate. Intere famiglie bloccate da una bomba d’acqua che ha invaso l’intero territorio. Tante le richieste di soccorso giunte alle Forze dell’Ordine da parte dei cittadini che increduli hanno assistito alla furia del temporale.

“È dalla scorsa notte che spaliamo acqua e detriti ha affermato una donna a Capitello – sappiamo che le richieste d’aiuto giunte alle Forze dell’ordine sono tante”.

Carabinieri, Vigili del Fuoco, uomini della Polizia Locale, volontari della Protezione Civile e tanti cittadini si sono riversati, dalla scorsa notte, nelle strade per tentare di aiutare le migliaia di persone in difficoltà.

Sono tre i Comuni del Golfo di Policastro maggiormente colpiti dal temporale: Santa Marina, Ispani e Vibonati che hanno subito danni ancora incalcolabili causati da un disastro ambientale senza precedenti. Già nel corso della mattinata sono partite da parte dei Sindaci Giovanni Fortunato e Franco Brusco richieste di aiuti, anche economici, per far fronte alle molteplici necessità in quanto si ritiene compromesso, da parte di entrambi, l’intero assetto territoriale. “Un evento del tutto eccezionale – ha dichiarato il consigliere di Vibonati, Manuel Borrellie soprattutto non previsto perché non c’era allerta meteo da parte della Protezione Civile regionale che parlava di allerta gialla, dunque di bassa entità. È venuto giù di tutto. Ci sono stati allagamenti, frane e problemi alla viabilità. Una contrada è completamente inaccessibile in quanto la strada di collegamento è franata. Un’altra frana importante invece si è verificata lungo la Strada Provinciale 54, in pieno centro a Vibonati. In questo momento abbiamo chiesto alla Regione Campania l’invio di mezzi e uomini che già sono arrivati grazie alla Protezione Civile regionale. Nell’immediato chiediamo 100mila euro per far fronte subito all’emergenza. Poi conteremo i danni che non saranno inferiori a 5 milioni di euro“.

– Maria Emilia Cobucci –


  • Articolo correlato: 

17/11/2020 –Notte drammatica nel Golfo di Policastro. Centri abitati sotto l’assedio di un’alluvione

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*