L’Aula della Camera ha approvato con 245 voti a favore il Decreto Scuola. I contrari sono stati 122.

E’ un provvedimento nato in piena emergenza che consente di chiudere regolarmente l’anno scolasticoha spiegato il ministro Azzolina – Ora definiamo le linee guida per settembre, per riportare gli studenti a scuola in presenza e in sicurezza”.

Il decreto, che era stato approvato al Senato il 28 maggio, ha ricevuto il via libera definitivo dalla Camera dei Deputati.

Il testo è stato migliorato durante l’iter parlamentare grazie al lavoro responsabile della maggioranza di governo. Con l’obiettivo di mettere al centro gli studenti e garantire qualità dell’istruzione”, ha spiegato Lucia Azzolina.

Uno degli aspetti più urgenti erano le disposizioni per lo svolgimento degli esami di Stato.

È stato disciplinato lo svolgimento degli esami del I e II grado e per la valutazione finale. A seguito dell’emergenza Coronavirus, inoltre, sono state previste misure specifiche e semplificate per questo anno scolastico.

In particolare, l’esame di Stato di I grado coincide con la valutazione finale da parte del Consiglio di classe che terrà conto anche di un elaborato consegnato e discusso online. Per gli Esami di maturità, invece, è prevista la sola prova orale in presenza.

– Claudia Monaco –

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano