Oggi, 28 aprile, si celebra in tutto il mondo la Giornata per la salute e la sicurezza sul lavoro, istituita dall’Organizzazione internazionale del lavoro (Ilo). Un importante appuntamento per riflettere ed approfondire sulle varie problematiche legate all’importanza della prevenzione degli infortuni e delle malattie in ambito lavorativo“.

Lo ricorda il consigliere della Regione Basilicata del Movimento 5 Stelle Gianni Leggieri, che aggiunge: “Mai come quest’anno la celebrazione di questa Giornata cade in un momento di grande speranza per l’intero Paese e per il mondo del lavoro, dal momento che molte attività commerciali stanno per ripartire ed occorre garantire, quindi, tutte le condizioni per una ripartenza in totale sicurezza e nel rispetto delle norme anti-Covid. Dopo questo lungo periodo di chiusura ed interruzione delle tante attività, il tema della prevenzione risulta essenziale per continuare a promuovere la cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro“.

Dai dati riportati nell’ultimo Rapporto Inail emerge che in Italia vi sono stati 156.766 denunce di infortunio sul lavoro da Covid-19, mentre in Basilicata le denunce da gennaio 2020 al 28 febbraio 2021 sono state 761 di cui una con esito mortale. Rispetto alla data di rilevazione del 31 gennaio 2021, le denunce di infortunio sul lavoro da Covid-19 sono aumentate di 51 casi (+7,2%), di cui 28 avvenuti a febbraio e 9 a gennaio, i restanti sono riconducibili ai mesi precedenti. L’incremento (di poco superiore a quello nazionale, pari al +6%) ha interessato entrambe le province, ma in particolare quella di Potenza.

Più volte – continua Leggieri – ho rappresentato l’esigenza di dare il via ad una seria campagna vaccinale sui luoghi di lavoro e di rafforzare il ruolo dei rappresentanti per la sicurezza e la prevenzione nelle aziende lucane. Al momento non sono state modificate le raccomandazioni sull’uso dei Dpi (Dispositivi di protezione individuali) e di altre misure di prevenzione. Occorre, però, vigilare per la corretta adozione di tutti i dispositivi prescritti e promuovere gli investimenti delle aziende sui sistemi di sicurezza. Altro tema scottante è quello degli infortuni sui luoghi di lavoro“.

Su questo – conclude – abbiamo, nei mesi scorsi, impegnato la Giunta regionale a verificare la possibilità di rafforzare gli strumenti di sostegno alle imprese per attuare buone prassi in materia di prevenzione e formazione; a sviluppare tutte le possibili iniziative per promuovere la sicurezza e la qualità del lavoro e per contrastare il lavoro nero e precario in tutti i settori economici e professionali attraverso la formulazione di un piano di azioni coordinate con i diversi livelli istituzionali, con le parti sociali e con tutti i soggetti associativi e rappresentativi del mondo del lavoro“.

– Paola Federico –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*