Gestiti due parti precipitosi in un’ora all’ospedale di Potenza. Uno dei neonati nasce in auto



























Un fiocco rosa e uno azzurro all’Azienda Ospedaliera Regionale “San Carlo” di Potenza per due bambini che avevano fretta di nascere. A distanza di un’ora, ieri sera, il Pronto Soccorso del “San Carlo” si è trasformato in una piccola nursery per gestire due parti precipitosi. Lo ha comunicato il Direttore generale dell’Azienda Ospedaliera, Massimo Barresi, sottolineando che “le mamme e i neonati stanno bene” e complimentandosi “con gli operatori medici e infermieristici del Pronto Soccorso e delle Unità operative di Ostetricia e Neonatologia”.

La piccola Emily, 2,5 kg, è nata in auto intorno alle 21.30, a pochi chilometri di distanza dall’ospedale, lungo il tragitto da casa al “San Carlo”. Il personale medico e sanitario del Pronto Soccorso ha tagliato il cordone ombelicale e poi affidato la mamma e la bambina, quarta figlia della donna, alle cure dei ginecologi ostetrici e dei neonatologi.

Dopo circa un’ora, il “San Carlo” si è trovato a gestire un altro parto precipitoso. La mamma, alla seconda gravidanza, aveva deciso di fare il travaglio a casa. Ma c’è stato poi un rapido decorso del parto ed è nato Simone, 3,6 kg. Immediato l’intervento del 118 al Pronto Soccorso che ha trasferito la donna e il neonato nelle Unità Operative di Ostetricia e Neonatologia.










Il messaggio dell’Azienda ospedaliera regionale rivolto alle mamme è che partorire nei presidi ospedalieri del “San Carlo” porta bene.

– Chiara Di Miele –

































Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*