In tutto il mondo gli eventi più importanti, primo tra tutti l’arrivo del nuovo anno, vengono celebrati con l’esplosione dei fuochi d’artificio. Da sempre i giochi pirotecnici accompagnano i momenti di gioia e di festeggiamento. La pandemia, purtroppo, ha notevolmente limitato la pirotecnia in Italia, a causa delle numerose restrizioni legate agli eventi pubblici e privati, civili e religiosi dove solitamente vengono utilizzati i fuochi artificiali.

La categoria dei pirotecnici, troppo spesso tartassata e messa all’angolo, da circa due anni vive una situazione pesante e spesso non trova chi le dà voce per poter protestare. Inoltre, in vista dei festeggiamenti per il Capodanno, sono numerose le associazioni animaliste e ambientaliste che fanno appello a non utilizzare fuochi d’artificio e petardi, soprattutto per tutelare gli animali domestici impauriti dal rumore dello scoppio. E diversi sono i Sindaci che negli ultimi giorni e in tutta Italia hanno emesso ordinanze per vietare l’utilizzo di fuochi, botti e petardi nei luoghi pubblici per la fine dell’anno. Eppure legati alla storia e all’utilizzo dei fuochi d’artificio ci sono la gioia, l’energia e i buoni auspici, la volontà di lasciarsi alle spalle i problemi augurandosi che il nuovo anno sia migliore di quello trascorso.

Ne abbiamo parlato con i più noti pirotecnici del Vallo di Diano, strenui lavoratori provati dall’emergenza sanitaria e che cercano spazio per dare voce alle esigenze e ai diritti della loro categoria.

Mario Pepe di Sala Consilina insieme al padre Giuseppe è il titolare della ditta Pirotecnica Center e non può fare a meno di ricordare che “in due anni questa bruttissima pandemia ha fatto crollare il mondo della pirotecnica. Siamo la categoria più colpita, non siamo riusciti ad avviarci visto le norme da rispettare nelle feste religiose. Abbiamo una boccata di ossigeno nelle feste natalizie anche se in modo un po’ complicato visti gli aumenti che ci sono stati sul materiale“.

Faccio un appello a chi ancora oggi non crede nei fuochi d’artificio vista la presenza degli animali – afferma Mario Pepe -. Io non sono contro gli animali ma questo è il nostro lavoro. Lavoriamo per portare un pezzo di pane a casa e per mantenere le nostre famiglie. Siamo pirotecnici, illuminiamo il cielo di tantissimi colori ma soprattutto coloriamo il viso di gioia a bambini e grandi che in quei pochi minuti si divertono. Non facciamo morire questa meravigliosa arte perché dietro a questo lavoro ci sono tantissime famiglie che lavorano e hanno investito tantissimo per crescere e lasciare qualcosa di positivo ai loro figli“.

Carissimi amici di Ondanews – è il messaggio di Nicola Arcadi, amministratore unico de La Pirotecnica srl – Gold Dragon di Teggianocome ogni fine d’anno numerosi articoli tendono a dare errate indicazioni sui nostri amati fuochi pirotecnici. La Pirotecnica srl – Gold Dragon si occupa dell’importazione e vendita di articoli pirotecnici distribuendoli in tutta Italia e quindi ritengo doveroso dare alcune indicazioni utili a tutti coloro che si preparano a festeggiare la notte di fine d’anno con i fuochi pirotecnici. Acquistate solo da rivenditori autorizzati, non comprate da venditori improvvisati detti anche abusivi, affidatevi a negozi specializzati gestiti da personale competente e specializzato con autorizzazioni di Prefettura rilasciate solo dopo aver superato specifici esami. Sapranno indirizzarvi consigliandovi gli articoli più adatti alle vostre esigenze ma soprattutto vi daranno tutte le indicazioni per un utilizzo sicuro. I fuochi d’artificio devono tutti essere marchiati CE con una regolare etichetta con tutte le informazioni di utilizzo e sicurezza; leggete l’etichetta prima di utilizzarli. I cosiddetti botti o petardi non sono fuochi d’artificio ma ordigni illegali e pericolosi banditi nel nostro settore, provocano danni a cose ed animali e possono essere micidiali per voi stessi, sono prodotti banditi nel nostro settore. Qualora troviate prodotti del genere inesplosi non avvicinatevi e segnalateli alle Autorità. Cari amici, i fuochi d’artificio sono espressione di gioia e amore, illuminano i nostri cieli e rendono il nostro mondo più colorato e brillante, sono la vera espressione della felicità e speranza che oggi tanto ci serve. Sono prodotti realizzati e certificati per proteggere i nostri amati animali, moltissimi sono realizzati senza rumore ma solo con effetti luce ed anche quelli che producono rumore devono passare numerosi test prima dell’immissione in commercio per garantire il rispetto di determinate caratteristiche stabilite dalle norme europee, ad esempio il rumore controllato sotto X decibel. Inoltre inquinano meno di un’auto, con la differenza che l’auto viene usata tutti i gironi e i fuochi solo per qualche minuto l’anno. I fuochi d’artificio fanno parte della nostra storia e cultura. Come più volte dimostrato nei vari Tribunali, non possono essere vietati con ordinanze illegittime. Raccomando la massima prudenza a tutti, divertitevi in sicurezza. Buon anno e buon divertimento!“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano