Farmacia 3.0 – Mi brucia la lingua: ho la stomatite? Rubrica a cura del dott. Alberto Di Muria









































La stomatite è un’infiammazione, fastidiosa se non dolorosa, della mucosa della bocca. Le parti interessate sono l’interno delle guance, il palato e le labbra ma anche le gengive e la lingua, e in questo caso si parla di glossite. Nelle forme primarie generiche il fenomeno infiammatorio attecchisce a causa di fattori irritativi locali come l’azione meccanica di protesi taglienti o mal adattate, traumi della bocca, cattiva igiene orale. Le stomatiti più frequenti sono quelle secondarie che sono il sintomo di stati patologici generali.

Il processo degenerativo della malattia è favorito anche da carie, gengiviti, alterazioni della flora batterica, uso di farmaci, soprattutto antibiotici e antinfiammatori, tabagismo, scottature, assunzione di cibi piccanti e di alcol. La malattia si manifesta con sintomi specifici di base che variano a seconda della causa scatenante. Il quadro sintomatologico tipico è caratterizzato da arrossamento delle mucose del cavo orale, aumento della salivazione, comparsa di ulcere o afte sulle mucose, alitosi, sanguinamento delle gengive, dolori e bruciori.

Uno dei rimedi omeopatici più importanti per la cura della stomatite, in particolare per quella aftosa, è Borax. L’infiammazione colpisce tutta la mucosa orale e si manifesta con afte, candida e stomatite. Le afte sono piccole ma molto dolenti, sanguinanti, prive di essudato e si concentrano sulle labbra, sulla lingua e all’interno delle guance. Il rimedio agisce in particolare sulla stomatite aftosa dei lattanti accompagnata da mughetto con afte calde e sensibili che sanguinano quando vengono toccate. Il bambino grida dal dolore e rifiuta il latte e il cibo. Lo stato di malessere è accompagnato da diarrea giallastra.











Mercurius solubilis è un rimedio essenziale per tutti i disturbi dell’apparato orofaringeo, tra cui le tonsilliti acute e croniche con adenopatie cervicali. I sintomi principali che coinvolgono il cavo orale sono gusto metallico, alito fetido, gengivite emorragica, salivazione abbondante e densa che fuoriesce durante il sonno. Mercurius viene prescritto per le stomatiti, per le afte brucianti con essudato giallastro localizzate sulla bocca e sulla lingua. Le ulcerazioni producono dolori acuti e lancinanti che si aggravano di notte. Tutti i sintomi peggiorano con le variazioni del tempo. Il soggetto presenta un’intensa debolezza fisica e bassa resistenza alle infezioni. Spesso nella prescrizione viene alternato con Borax.

Bibliografia: www.tuttogreen.it – www.odontoiatra.it – www.benessere.com



































Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*