broccoli 1Numerose ricerche hanno dimostrato che le cosiddette verdure crucifere hanno capacità di ridurre il rischio di svariate malattie e pertanto gli esperti consigliano spesso di inserirle nella nostra dieta. In particolare i broccoli hanno delle proprietà terapeutiche da non sottovalutare.
Ora alcuni scienziati del regno Uniti hanno creato una varietà di broccoli particolare, chiamata di Beneforte, che ha una maggiore quantità di una sostanza che preserva da tumori, soprattutto alla prostata, e da malattie cardiovascolari. Essi sono stati sviluppati da un incrocio tra i broccoli standard e una varietà selvatica proveniente dalla Sicilia.
I broccoli contengono un composto chiamato glucorafanina. E’ dimostrato che questa sostanza promuove il mantenimento della salute cardiovascolare e una riduzione del rischio di cancro. In uno speciale programma di coltivazione gli scienziati sono riusciti ad aumentare il livello di glucorafanina, sviluppando i broccoli di Beneforte.
La ricerca, finanziata con fondi pubblici, è stata guidata da due dei leader a livello mondiale fra gli istituti di ricerca biologica del Regno Unito: l’Institute of Food Research ed il John Innes Centre del Norwich Research Park.
Tre anni di prove sul campo in oltre 50 diversi siti in Europa e negli Stati Uniti hanno dimostrato che i broccoli di Beneforte producono costantemente 2.3 volte la quantità di glucorafanina rispetto alle altre varietà principali di broccoli, senza compromettere il rendimento, la quantità o il livello delle altre sostanze nutritive. La glucorafanina contiene zolfo, che arriva nei broccoli dal suolo. Infatti è anche la responsabile dell’aroma non piacevole che accompagna la loro cottura. Una nuova ricerca, pubblicata sulla rivista New Phytologist, dimostra che i broccoli di Beneforte assorbono una maggiore quantità di zolfo dal terreno e ne trasformano una maggiore percentuale in glucorafanina. L’analisi genetica ha identificato un gene, derivato, dal ceppo selvatico, che è responsabile di questi cambiamenti.
Attualmente sono in corso altre ricerche per capire il meccanismo d’azione della glucorafanina e quantificare la sua azione positiva nella prevenzione del tumore della prostata e degli accidenti cardiovascolari. Tuttavia i broccoli di Beneforte sono disponibili già dal 2011 nel regno Unito, visto che, pur essendo prodotti di origine italiana, la ricerca che li ha scoperta è stata finanziata dagli inglesi. Adesso, finalmente, dovrebbe arrivare anche da noi.

Commenti chiusi