L’estate è alle porte e già si pone il dilemma di come affrontare questa stagione balneare nonostante l’emergenza sanitaria. Un problema che riguarda diverse regioni d’Italia, tra cui la Campania. Il movimento provinciale Lega Giovani Salerno, nella persona del coordinatore giovanile di Pontecagnano Michele Sellitto, ha avanzato una proposta a riguardo, riprendendo il modello di alcuni stabilimenti balneari in Puglia e applicandolo alle spiagge libere: cordoni e paletti per perimetrare le zone dove piantare ombrelloni, rispettando così la distanza di sicurezza.

Il modo per gestire questa situazione c’è ed è fattibile. Poter beneficiare del mare è un diritto di tutti e chiudere le spiagge libere significa escludere le persone meno facoltose o che comunque non possono permettersi di trascorrere delle giornate presso i lidi. Una tale discriminazione sociale è inaccettabile e incostituzionale – spiega Sellitto -. Per la delimitazione delle aree si possono anche usare materiali riciclati, come legnetti secchi o tubi di plastica, attorno ai quali porre un cordone“.

Per rendere più efficaci le misure di controllo e non creare affollamento, l’idea è di assumere del personale addetto a ciò sul posto per evitare eventuali effrazioni, che potrebbe essere scelto tra i destinatari del reddito di cittadinanza, così da creare occupazione e non gravare ulteriormente sui cittadini e l’unico investimento economico richiesto riguarderebbe la manutenzione degli arenili. Fondamentale resta il rispetto delle normative, che saranno emesse dagli organi competenti, da parte dei cittadini.

Il coordinatore provinciale della LEGA Salvini Premier, Giovani Tiziano Sica, che ricopre anche l’incarico di consigliere comunale di Pellezzano, aggiunge:”Mi auguro e sollecito un intervento in questo senso anche da parte della  Regione Campania, sarebbe un segnale importante per le nostre comunità quello di un ritorno alla normalità coadiuvata da una sorveglianza ed una prevenzione di cui ormai non possiamo fare a meno in quanto il Coronavirus non ci abbandonerà a breve. E’ opportuno che anche le altre forze politiche, non solo i giovani della LEGA, dimostrino fattivamente la vicinanza ai cittadini e la determinazione nell’affrontare le varie problematiche reali di ognuno di loro“.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*