Foto: Avvenire

La partita non è ancora vinta e non bisogna sottovalutare una situazione nel mondo che è ancora preoccupante“. Così il Ministro della Salute, Roberto Speranza, oggi pomeriggio ha illustrato in Aula al Senato il nuovo decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri che proroga al 31 luglio le misure anti Covid. Inoltre si pensa all’estensione fino al 31 ottobre dello stato di emergenza.

Il 31 maggio nel mondo avevamo oltre 5 milioni di contagiati, oggi abbiamo superato soglia 13 milioni. Davanti a questi dati non possiamo abbassare la guardia – afferma Speranza – Non dividiamoci su questo, anche nella comunità scientifica si dibatte ma nessuno dice che non bisogna mettere le mascherine, mantenere le distanze o lavarsi le mani“.

E proprio l’obbligo di utilizzare le mascherine e il divieto di assembramenti sono tra le misure che vengono prorogate fino a fine luglio. Confermati anche il divieto di ingresso e transito in Italia per chi viene dai 13 Paesi a rischio (Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana) e la quarantena obbligatoria per chi arriva dagli Stati non UE e non Schengen.

Fino al 31 luglio sono sospesi i voli diretti e indiretti da e per i Paesi indicati nell’ordinanza. “Questa lista – spiega Speranza – verrà aggiornata costantemente sulla base dell’evoluzione dei dati epidemiologici”.

Saranno prorogate anche le sanzioni penali per chi viole la quarantena.

– Chiara Di Miele –

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*