Con una nuova ordinanza il Presidente della Regione Vincenzo De Luca ha disposto che tutti i cittadini residenti in Campania che facciano rientro da vacanze all’estero con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale sono obbligati a segnalarsi alla competente ASL per essere sottoposti a test sierologici e tamponi. 

Registriamo due fenomeni gravi – ha affermato De Luca – l’abbassamento forte dell’età dei contagiati e il dilagare di contagi importati da altri Paesi, anche da parte di nostri connazionali. Rivolgo al Governo una richiesta precisa: si organizzi ad horas un piano specifico di controlli capillari che mobiliti in maniera massiccia e quotidiana tutte le forze dell’ordine, per garantire il rispetto delle norme anti Covid. E’ impensabile che si possa gestire con efficacia questa fase transitoria senza questi interventi. L’assenza di un tale piano, unito a comportamenti irresponsabili di singoli cittadini e operatori, è destinato a produrre una nuova esplosione del contagio. Ho detto ripetutamente e ripeto: in queste condizioni c’è il rischio di non arrivare neanche a settembre, con il nuovo anno scolastico alle porte”.

L’ASL Salerno rende noto che per effetto dell’ordinanza, fatte salve tutte le disposizioni nazionali e regionali già vigenti in tema di rientri dai Paesi extra Schengen e da quelli individuati dai competenti organi statali come a maggior rischio, a tutti i cittadini residenti in Campania che fino al 31 agosto facciano rientro da vacanze dall’estero, con tratte dirette o attraverso scali o soste intermedie nel territorio nazionale, è fatto obbligo di segnalarsi entro 24 ore dal rientro al competente Dipartimento di Prevenzione della ASL al fine della somministrazione di test sierologici e tamponi e del monitoraggio della relativa situazione epidemiologica.

Per quanto concerne il territorio di competenza dell’ASL Salerno la segnalazione va indirizzata alla e-mail dp.sep@aslsalerno.it o al numero 089/693960. Nella mail andranno indicati, per ogni cittadino che dovrà essere sottoposto a test sierologici o tamponi i seguenti dati: nome, cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, indirizzo di residenza, cellulare, Paese di provenienza,
giorno di arrivo in Italia.

– Chiara Di Miele –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.