La Campania resta in Zona Arancione per un’altra settimana, così come emerge dal report settimanale di monitoraggio della Cabina di Regia istituita tra il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di Sanità. La regione ha un indice Rt puntuale pari a 1,04 con rischio moderato ad alta probabilità di progressione. Si tratta, dunque, della seconda settimana di permanenza in Zona Arancione.

Ricordiamo che oggi il Presidente Vincenzo De Luca ha comunque annunciato la chiusura di tutte le scuole a partire da lunedì 1 marzo fino a data da stabilirsi.

In Zona Arancione ci si può spostare esclusivamente all’interno del proprio comune dalle 5 alle 22 e senza necessità di motivare lo spostamento. Dalle 22 alle 5 sono vietati tutti gli spostamenti, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. Sono vietati, 24 ore su 24, gli spostamenti verso altri comuni e regioni, ad eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità, motivi di studio o di salute o per svolgere attività o usufruire di servizi non disponibili nel proprio comune. È sempre consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

I ristoranti e le altre attività di ristorazione, compresi bar, pasticcerie e gelaterie, sono aperti esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5 alle 22, e per la consegna a domicilio.

Restano aperti tutti i negozi, i parrucchieri, i centri estetici mentre sono chiusi nei festivi e prefestivi le medie e grandi strutture di vendita, gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati ad eccezione di farmacie, parafarmacie e punti vendita di generi alimentari, tabacchi ed edicole. Sono consentite le attività sportive e l’attività motoria all’aperto, anche nelle aree attrezzate e nei parchi pubblici.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*