L’emergenza cinghiali va fronteggiata con immediatezza, adottando misure straordinarie, indifferibili e urgenti, a salvaguardia dell’economia agricola, agroalimentare, pastorale e a tutela della salute pubblica”. Lo afferma l’onorevole Gigi Casciello, deputato di Forza Italia, in un’interrogazione parlamentare che presenterà oggi al ministro dell’Ambiente Sergio Costa e al ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Francesco Boccia.

Negli ultimi dieci anni il numero dei cinghiali presenti in Italia, secondo le stime della Coldiretti, è praticamente raddoppiato e ha superato abbondantemente il milione – prosegue l’onorevole Casciello -. La sicurezza nelle aree rurali e urbane è a rischio per il proliferare dei cinghiali, con l’invasione di campi coltivati, centri abitati, strade e autostrade dove rappresentano un grave pericolo per le cose e le persone”.

Il deputato di Forza Italia ricorda che “l’allarme cinghiali è molto sentito nel territorio salernitano, dove i sindaci si sono mobilitati chiedendo al prefetto di Salerno l’adozione di misure urgenti per il ripristino degli equilibri ecologici del territorio attraverso l’attivazione di un tavolo tecnico con tutti gli enti locali”, inoltre “il Gruppo consiliare di Forza Italia alla Provincia di Salerno ha presentato una mozione in proposito”.

Il parlamentare Casciello, allargando l’orizzonte a tutte le zone del territorio nazionale che convivono con questa problematica, chiama in causa i ministri Costa e Boccia per chiederne “la definitiva risoluzione, anche attraverso l’istituzione di un tavolo permanente fra tutti gli organi competenti, i Comuni, le Province, le Regioni e il Governo centrale per la tutela della popolazione e delle comunità locali”.

Antonella D’Alto

Un commento

  1. Lombardi Pasquale says:

    Liberalizzare il parco
    Tra un po’ non si potrà nemmeno passeggiare
    Perché si calpesta l’erba che va protetta,
    I proprietari dei boschi non hanno diritto neanche a poter recidere un palo x la vigna.
    Oltre ai balzelli da pagare, aspettare il burocrate di turno che verrà a dirti questo si questo no.
    Abbiate il coraggio di espropriare e poi decidete che volete
    Avere ridotto il popolo italiano alla fame
    Sono ancora in attesa di conoscere un solo punto in cui il parco ha portato benessere a un cittadino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*