Sta facendo discutere il video della telecronaca della partita di calcio Agropoli-Sant’Agnello, rientrante nel campionato di Eccellenza campano, nel corso della quale il cronista dell’emittente “CanaleCinqueTv”, Sergio Vessicchio, ha utilizzato delle frasi dure e sessiste nei confronti dell’assistente di linea, Annalisa Moccia della sezione di Nola.

L’assistente donna è una cosa inguardabile, – commenta Vessicchio rivolgendosi alla regia che sta inquadrando il match – è uno schifo vedere le donne che vengono a fare gli arbitri in un campionato dove una società spende centinaia di migliaia di euro. E’ una barzelletta della Federazione“.

Vessicchio, nel presentare l’assistente di linea, la definisce inoltre “una cosa impresentabile per un campo di calcio“.

Non sono tardate, dunque, ad arrivare le numerose polemiche e il video incriminato ha fatto velocemente il giro dei social network. Diversi hanno chiesto provvedimenti disciplinari nei confronti del giornalista. “Il giornalista di Agropoli che ha deriso in diretta durante una partita di calcio una donna assistente dell’arbitro è stato sospeso dall’Ordine dei giornalisti della Campania – ha comunicato questa mattina Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine campano – Grazie al nostro Consiglio di disciplina“.

Vessicchio, dal canto suo, si difende e continua a ribadire il proprio pensiero attraverso la sua pagina Fb. “Ritengo personalmente che far arbitrare le donne nel calcio sia sbagliato per molti motivi, – afferma – quindi confermo il mio pensiero. Perchè tutti questi squallidi moralisti non fanno una battaglia per farle giocare insieme ai maschi? La vera discriminazione è questa”.

– Chiara Di Miele –


  • Articolo correlato:

25/03/2019 – Insulti ad una guardalinee donna ad Agropoli. Il Presidente AIA Nicchi:”Inqualificabile”

[fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/372407233363074/” width=”700″ height=”400″ onlyvideo=”1″]

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*