Vivere in un prefabbricato da ben 36 anni, nel degrado, tra acqua piovana che copiosamente entra da ogni angolo durante ogni pioggia. E con la presenza di numerosi topi. E’ la storia del signor Raffaele, di Vietri di Potenza, che vive in contrada Mosileo, nell’area ex insediamento terremotati.

Prima una vera cittadella, poi negli anni spopolatasi: oggi vivono in totale sette persone in quattro prefabbricati. Il signor Raffaele denuncia con forza la situazione, anche con alcuni video pubblicati sulla sua pagina Facebook. Riprese che hanno suscitato l’indignazione di diversi utenti, in cui è ben visibile, durante la pioggia di questi giorni, l’acqua che addirittura gocciola ed entra in casa anche dal lampadario, andando a finire in una bacinella appositamente posizionata. Una situazione sicuramente allarmante e pericolosa.

“Ormai da tantissimi anni vado al Comune per lamentarmi e chiedere una sistemazione migliore anche tramite l’ATER (Azienda Territoriale Edilizia Residenziale, ndr), ma ad oggi ancora vivo in questa situazione – ha dichiarato Raffaele – Chiedo semplicemente, pagando, un alloggio popolare, visto che ce ne sono diversi liberi o disabitati. Non posso continuare a vivere in questa situazione”.

Il signor Raffaele prende una pensione minima, poco più di quattrocento euro. In diverse occasioni, subito dopo il sisma di Irpinia e Basilicata, ha partecipato ai bandi per un alloggio popolare, ma non è mai stato fortunato. All’ultimo bando, quello del 2011, si è classificato al 33° posto: solo 12 gli alloggi disponibili.

 “Un anno fa ho scritto all’ATER di Potenza – ha concluso – facendo presente dell’esistenza di case popolari presenti in paese, chiuse e non abitate, ed essendo titolare di pensione sociale e con un reddito minimo, ho chiesto un alloggio”. Ma ad oggi ancora niente. Anche l’ASP (Azienda di Servizi alla Persona, ndr), a seguito di una verifica, ha dichiarato il fabbricato non idoneo sotto l’aspetto igienico.

– Claudio Buono –



 [fbvideo link=”https://www.facebook.com/ondanews.it/videos/649527575224962/” width=”700″ height=”600″ onlyvideo=”1″]


2 Commenti

  1. Mentre gli immigrati li facciamo dormire un hotel

  2. Ferzola Liliana says:

    É una vergogna!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.