L’economia circolare e sostenibile a misura d’uomo contro la pandemia e la crisi economica: argomenti importanti di cui si è discusso questa mattina alla Camera di Commercio di Salerno durante il convegno “Dal Manifesto di Assisi al PNRR- Per un’economia a misura d’uomo”, moderato dalla giornalista RAI Francesca Ghidini.

Dopo i saluti del sindaco di Salerno, Vincenzo Napoli, l’Arcivescovo di Salerno-Campagna-Acerno Monsignor Andrea Bellandi ha sottolineato l’impegno costante della Chiesa nei confronti dell’ambiente grazie anche alla lungimiranza di Papa Francesco che con l’enciclica “Laudato Sì” ha evidenziato la necessità di una conversione climatica e di una giustizia sociale e la valorizzazione delle culture.

“Negli ultimi anni stiamo assistendo a un cambio culturale del nostro Paese nei confronti di temi importanti come l’ecologia e l’ambiente. Anche gli imprenditori sono proiettati a un cambiamento di visione, effettuando investimenti per rendere più green le aziende – aggiunge Andrea Prete, Presidente Unioncamere – Però è necessario agevolare queste imprese a partire dai territori e creando professionisti adeguati alle nuove produzioni”.

Fra Enzo Fortunato, portavoce del Manifesto di Assisi, ha precisato che per la Chiesa è importante questo argomento perché entra in gioco la vita dell’uomo. Durante il convegno il Presidente della Fondazione Symbola, Ermete Realacci, ha dichiarato che Salerno “è la quarta provincia in Italia per il numero di aziende che hanno investito nella green economy”.

“Il percorso di cambiamento dell’azienda di famiglia si è costruito negli anni attraverso investimenti che hanno interessato non solo le strutture ma anche le risorse e la formazione, perché il valore delle aziende si vede dalla qualità delle persone – dichiara Emilia Pagano, Direttore Tecnico e Responsabile R&S Pagano SpA di San Pietro al Tanagro -. Nel 2019 abbiamo sottoscritto il primo green bond infrastrutturale per sostenere opere in campo Greenfield. Il cambio di paradigma dell’azienda ha permesso di operare nel settore dell’impiantistica infrastrutturale ponendo attenzione ai temi dell’ambiente, riciclo delle materie e della sicurezza per gli utenti. Ultimamente stiamo investendo in nuovi brevetti che riguardano sia le strade che le città con l’obiettivo di rendere più sicure le strade avendo rispetto del pianeta e ponendo un focus principale sull’efficienza energetica. Per cogliere davvero l’opportunità offerta dal PNRR è importante l’interlocuzione di più soggetti attraverso la continua discussione dei problemi e cercando di creare modalità di approccio innovative e sostenibili per auspicare l’evoluzione dell’Italia e dell’Europa”.

Presenti in sala, tra gli altri, anche il sindaco di Polla Massimo Loviso e Michele Buonomo di Legambiente Campania.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.

Per continuare a leggere non usare il blocco delle pubblicità sul nostro giornale.

La pubblicità è l’anima del commercio e senza di essa non potresti leggere le notizie che ti interessano