Costringeva una minorenne a farsi inviare foto hard, nuda e mentre compieva atti di autoerotismo.

Per questo motivo un 32enne di Battipaglia è stato condannato ad un anno, con pena sospesa, con l’accusa di adescamento di minore.

La vittima è una 15enne della provincia di Lecce.

L’uomo avrebbe contattato la ragazzina tramite Whatsapp e, dopo essersi conquistato la sua fiducia con complimenti e lusinghe, l’avrebbe convinta ad inviargli immagini a seno nudo e video in cui compiva atti di autoerotismo. Il 32enne, a sua volta, avrebbe inviato alla ragazzina varie immagini delle sue parti intime.

Lo scambio di foto è durato diversi mesi fino alla scoperta delle chat, nel 2017, da parte dei genitori della ragazzina che hanno in seguito denunciato l’accaduto.

– Claudia Monaco –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*