L’Asl Salerno, con una delibera a firma del Direttore Generale Mario Iervolino, ha chiuso i rapporti con le tre Associazioni di Volontariato “Croce Azzurra” riconducibili all’imprenditore di Capaccio Paestum Roberto Squecco, dopo la vicenda delle ambulanze coinvolte nella manifestazione del 9 giugno scorso, in occasione dei festeggiamenti per l’elezione del sindaco Franco Alfieri.

Come riporta il quotidiano “La Città di Salerno” nell’atto amministrativo si legge che l’Azienda Sanitaria Locale ha deliberato di recedere da ogni rapporto in essere con le Associazioni “Croce Azzurra – Città di Agropoli”, “Croce Azzurra – Città di Capaccio Paestum” e “Croce Azzurra – Città di Acerno”.

La decisione è scaturita dopo che la Prefettura di Salerno ha chiuso con “esito positivo” le verifiche del Codice Antimafia.

Subito dopo la sfilata per i festeggiamenti per l’elezione a sindaco di Alfieri, l’Asl Salerno dispose la sospensione di ogni convenzione tra le Associazioni di Squecco e l’Azienda Sanitaria Locale.

Antonella D’Alto


  • Articolo correlato

31/10/2019 – Corteo di ambulanze a Capaccio Paestum. Eseguiti nuovi sequestri dalla Squadra Mobile di Salerno

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*