Tra i “congiunti” ai quali si potrà fare visita, a partire da lunedì 4 maggio ci sono anche fidanzati, compagni e affetti stabili.

Lo ha confermato il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Paola De Micheli in un’intervista a “La vita in diretta” su Rai 1.

“I congiunti sono le persone con le quali si intrattengono rapporti affettivi stabili, compresi i fidanzati – ha spiegato – una dicitura così ampia richiede la responsabilità individuale“.

Questo, comunque, esclude i pranzi di famiglia: “Dubito – ha spiegato ancora il ministro – che ci sarà in un futuro abbastanza prossimo la possibilità di assembramento anche di natura familiare”.

Diverse erano state le polemiche dopo la conferenza del Presidente del Consiglio Conte in merito all’impossibilità di riabbracciare compagni e fidanzati.

Le Faq, ossia le domande più frequenti che saranno pubblicate nei prossimi giorni sul sito di Palazzo Chigi, chiariranno ulteriori dubbi interpretativi sul provvedimento.

– Claudia Monaco –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*