I prossimi giorni e le prossime settimane saranno particolarmente difficili per tutti e decisivi per capire l’evoluzione del contagio nella nostra Eboli e nella nostra regione. L’emergenza epidemiologica del virus COVID-19 richiede sacrifici e senso di responsabilità a tutti i livelli per cercare di contrastare con determinazione e efficacia il contagio“. Così i consiglieri comunali del Gruppo PD Eboli, Pasquale Infante e Francesco Rizzo.

La scelta della Direzione Sanitaria dell’ASL di Salerno, – dicono – nell’eventualità che non auspichiamo che i posti letto al Cotugno siano insufficienti, di utilizzare anche il nostro presidio ospedaliero è una scelta che condividiamo purchè limitata al periodo emergenziale e soprattutto se limitata al periodo breve presumiamo necessario all’allestimento di nuovi posti letto nel P.O. di Scafati o in altri presidi ospedalieri eventualmente individuati dalla Regione Campania. Il nostro nosocomio è storicamente noto per le eccellenze di alcuni reparti che grazie alla professionalità del personale medico e paramedico operante offrono servizi sanitari di ottimo livello richiamando pazienti da tutto il territorio provinciale e regionale“.

Sono giorni difficili e delicati – continuano Infante e Rizzo – in cui sentiamo il dovere di ringraziare tutti gli operatori del settore in primis il personale medico e paramedico, l’amministrazione regionale e comunale, le associazioni di volontariato, la protezione civile e tutti coloro che si stanno facendo in quattro per gestire al meglio questa emergenza mondiale. Ed inoltre facciamo appello al Sindaco, particolarmente sensibile a queste problematiche, affinché il Comune stesso con l’ausilio del Piano di Zona si attivino rapidamente e siano particolarmente attenti adottando le misure più idonee a tutelare la salute e la dignità degli anziani soli e dei disabili. Serve un piano straordinario e pubblico di assistenza rivolto agli anziani soli, alle fasce più deboli e fragili della popolazione e alle persone con disabilità. Sono queste fasce della popolazione più deboli e silenziose particolarmente esposte al contagio e ai conseguenti rischi correlati che c’è bisogno di tutto il nostro aiuto e di tutta la nostra collaborazione e assistenza alla luce anche delle nuove misure restrittive appena adottate dal Governo che ne limitano la mobilità per i pericoli di espansione del contagio“.

Una comunità, secondo i consiglieri PD, riesce ad affrontare e a superare una sfida difficile come quella dell’emergenza sanitaria che stiamo vivendo “solo se decide di farlo tutti insieme, conservando l’unità e facendosi carico ognuno per i propri ruoli responsabilmente e in maniera solidale di se stessa. Le restrizioni servono ma non bastano: occorrono impegno, organizzazione, sensibilità e cuore. Siamo sicuri che in questi momenti difficili l’unione e la collaborazione siano fondamentali per superare l’emergenza contingente e tutelare la salute di tutta la popolazione ebolitana“.

– Chiara Di Miele –

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*